L’emergenza e il compito delle Fondazioni: il pensiero di Andrea Mascetti

Andrea Mascetti ricopre il ruolo di Coordinatore della Commissione Arte e Cultura per Fondazione Cariplo: attualmente il suo incarico è incentrato soprattutto sulla promozione della lettura, attraverso progetti che riguardano librerie indipendenti ed editori che danno priorità alla qualità dei contenuti. “Pangea”, rivista culturale nata grazie al lavoro dell’associazione da cui prende il nome, lo ha intervistato in merito al ruolo delle Fondazioni nei territori attualmente colpiti dal Coronavirus: a causa dell’emergenza sanitaria la mission principale degli Enti potrebbe infatti virare verso un sostegno più “materiale”, focalizzandosi su temi di welfare e sanità.

Ma il Coordinatore di Cariplo si dice in disaccordo con questa visione: in linea di principio, infatti, è lo Stato che ha il compito di garantire questi servizi. La pandemia deve invece portare le Fondazioni a concentrarsi ancora di più sui temi all’origine della loro istituzione: cultura, ricerca, ambiente e welfare di comunità. Anzi, secondo Andrea Mascetti, in questo momento di crisi sociale ed economica lo Stato dovrebbe intervenire per tutelarne la salvaguardia: l’istituzione di un fondo e la defiscalizzazione degli investimenti in campo culturale potrebbero infatti incentivare la ripresa di un settore che rappresenta il 6% sia del Pil nazionale che dell’occupazione.

L’emergenza e il compito delle Fondazioni: il pensiero di Andrea Mascettiultima modifica: 2020-05-04T12:38:17+02:00da mascettiandrea
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento